e-commerce strategies 2016

E-commerce Strategies 2016: i vizi e le virtù dell’e-commerce, a Vicenza il 14 dicembre

Blog   /   Social

E-Commerce Strategies 2016: tutto ciò che gli imprenditori devono sapere sul Digital Commerce per far decollare il loro business.

Concretezza è il leitmotiv del ricco programma di E-commerce Strategies 2016, la giornata formativa gratuita, organizzata da Studio Cappello, che si terrà in Fiera a Vicenza il 14 dicembre.

L’evento – di cui Hootsuite è sponsor – è alla sua 4° edizione ed è incentrato quest’anno sul tema dei 7 vizi capitali dell’e-commerce, spiegati nel dettaglio attraverso interventi e workshop su Multicanalità, Net Retail, Digital Transformation, Customer Experience, Internalizzazione.

e-commerce strategies 2016

Il tema che unisce tutti e 7 i vizi è uno: come funziona e cosa comporta il nuovo processo di acquisto. È questo il nuovo perno che sta condizionando il modo di fare impresa oggi: dalla gestione dei processi aziendali all’organizzazione, dai metodi di vendita alla gestione dei negozi, dal modo di interagire con i clienti alla personalizzazione della comunicazione con loro, dal marketing al web marketing.

Durante la giornata verranno presentati dati sulle tendenze del mercato, strategie, soluzioni, case history: insomma, tutte le best practice per trasformare i 7 vizi capitali dell’ e-commerce in virtù.

Ma quali sono i 7 vizi dell’e-commerce?

Sono gli errori più comuni in cui incorre un’azienda che voglia lanciare o abbia già lanciato un e-commerce, e coincidono di fatto con le fasi cruciali della vita di un’impresa – dalla fase di avvio alla gestione, fino al successo e al mantenimento.

e-commerce strategies 2016

Vediamo nello specifico di che si tratta.

  1. Invidia
    È il tema legato a Business Plan, Value Proposition e Digital Branding, protagonisti della fase di start-up di un’impresa, importantissima per definire il proprio impatto, il proprio spazio e la propria identità online rispetto ai competitor
  2. Gola
    Nella sua versione virtuosa, la gola rende un e-commerce “affamato” di soluzioni strategiche per personalizzare al meglio la Customer Experience. Spesso, però, porta solo ad essere “golosi” di vendite e guadagni veloci.
  3. Ira
    È la rabbia che si prova quando qualcosa non va come ci si sarebbe aspettati. Senza un’organizzazione adeguata diventa impossibile tener sotto controllo i processi aziendali. Senza Digital Transformation, che è volontà e capacità di adeguarsi alle richieste degli utenti e del mercato, diventa impensabile gestire un e-commerce
  4. Superbia
    È legata alla tecnologia, importante per l’incremento delle performance di un e-commerce, ma all’interno di un progetto più articolato. La tecnologia resta pur sempre un mezzo, non un fine
  5. Accidia
    Ha come tema centrale l’internalizzazione, e cioè la gestione diretta di tutti i processi aziendali legati ad un e-commerce. Significa delegare ad altri ciò che, invece, dovrebbe essere responsabilità dell’azienda
  6. Lussuria
    Poteva non essere associata al Marketing? Ripensato in modo non autoreferenziale, il marketing diventa virtuoso se segue, studia, interviene sui bisogni del cliente, intervenendo sul suo comportamento multicanale
  7. Avarizia
    Quanto, come e dove investire? Essenziale per il successo di un e-commerce è la definizione di un modello che valuti in modo realistico i costi dell’approdo online

e-commerce strategies

A chi si rivolge E-commerce Strategies 2016?

L’iniziativa si rivolge a CEO, Marketing Manager, E-commerce Manager di aziende di prodotto, Manager di aziende di servizio e quest’anno anche a specialisti del web e agenzie.

Andrea Cappello, Chairman di E-commerce Strategies 2016:

Quest’anno, per la prima volta, abbiamo voluto aprire anche alle Agenzie, perché crediamo che tutti gli attori coinvolti in un progetto imprenditoriale importante come un e-commerce debbano avere conoscenze e competenze adeguate per affrontare una sfida così importante e impegnativa. Un’azienda virtuosa, che voglia cogliere l’occasione di sviluppare un business online, deve saper investire in conoscenze e competenze e deve potersi confrontare con collaboratori all’altezza di questo compito.

e-commerce strategies 2016

Chi sono i relatori?

Interverranno professionisti senior che fanno della propria esperienza, dei propri successi e del proprio valore il vero punto di forza dell’evento.

Sul palco e ai workshop ci saranno, tra gli altri, l’Osservatorio E-commerce B2C del Politecnico di Milano, l’Università di Verona, Google. E ancora Netsuite, Prestashop, Highstreet.io, Selligent, SMC Consulting, AW Lab, CLERK.io, Intershop (l’elenco completo è consultabile qui).

A E-commerce Strategies 2016 sarà presente anche Riccardo Mares, Digital Manager presso Studio Cappello e Ambassador di Hootsuite. Nello slot dedicato al “vizio capitale dell’ira”, Riccardo parlerà dell’importanza di Web Analytics e Web Listening. Ecco in anteprima  un estratto del suo speech dal titolo “I dati aiutano… se sai come gestirli”.

Siamo quotidianamente assordati da quantità enormi di dati segnali e allarmi. Spesso siamo schiacciati dalla spasmodica ricerca di avere più dati. Basta! È necessario fare un passo indietro, capire quali sono i dati importanti da considerare per il nostro business, quali i segnali da interpretare, e soprattutto stabilire un percorso di crescita: raccolta, analisi, ipotesi, applicazione, misurazione. Lo scopo dell’intervento sarà quello di fare chiarezza sui fondamentali di Web Analytics e Web Listening per un E-commerce di successo.

e-commerce strategies 2016
Riccardo Mares

Gli organizzatori

Studio Cappello, Web Marketing Agency.

Riassumendo:

  • Dove: Sala Palladio, Fiera di Vicenza – Via dell’Oreficeria, 16
  • Quando: mercoledì 14 Dicembre 2016
  • Quanto: gratis!
  • Come partecipare: qui trovi il modulo per iscriverti
  • Sito: www.ecommercestrategies.it 
  • Social: l’hashtag ufficiale è #esvi16. Puoi già iniziare a seguire gli aggiornamenti relativi all’evento sulla pagina Facebook
  • Informazioni: eventi@wmr.it

Ci vediamo all’E-commerce Strategies 2016, allora?

 

Vuoi gestire i tuoi social da un’unica piattaforma, analizzare e migliorare le tue performance e collaborare in team? Scopri Hootsuite!

Provalo gratis