Instagram per le aziende: guida completa per principianti

Blog   /   Social

Se stai leggendo questo post è perché hai capito che Instagram è diventato ormai un social determinante per ogni azienda e attività, piccole o grandi che siano. L’app, nata per la condivisione di contenuti da mobile, è a tutti gli effetti uno degli strumenti più importanti per costruire un brand di successo in qualsiasi campo.

Oggi Instagram è una vera e propria community in cui gli utenti visualizzano (e giudicano) l’immagine di un’attività. Senza una forte presenza su Instagram, le aziende rischiano di essere ignorate o dimenticate, soprattutto dalla generazione di consumatori più giovani. Utilizzandolo seriamente, invece, si possono cogliere tante nuove opportunità. Forrester l’ha eletto “il re dell’engagement sui social”, facendo riferimento al fatto che i post pubblicati dai brand più importanti hanno un tasso di engagement per follower del 4,21%. In parole povere, Instagram garantisce a questi brand 58 volte più engagement per utente rispetto a Facebook, e 120 più di Twitter.

Ora sai perché la tua azienda dovrebbe avere un profilo su Instagram. Di seguito ci occuperemo del “come”, spiegandoti passo passo come elaborare una strategia, registrare un account e mettere in atto tecniche e best practice per un uso aziendale efficiente di Instagram.

Elabora la tua strategia su Instagram

Instagram per le aziende: guida per principianti 2

Comincia con qualche ricerca. Prova Instagram da privato prima di usarlo per la tua azienda. Scopri quali sono le migliori aziende su Instagram e come se la cavano altri brand nel tuo settore, inclusi i tuoi concorrenti: ne ricaverai dati utili e ispirazione per la tua attività. Una volta raggiunta una certa familiarità con l’app, inizia a elaborare la tua strategia su Instagram in modo che rispecchi il piano di social media marketing aziendale.

Innanzitutto stabilisci dei traguardi specifici, sempre tenendo in mente gli obiettivi della tua attività. Ad esempio:

  • Aumentare le vendite dei prodotti
  • Aumentare il traffico verso il sito
  • Aumentare la brand awareness

Gli obiettivi che ti poni per la tua strategia su Instagram dovrebbero essere tutti raggiungibili e misurabili. Ad esempio, non è il caso di porsi come obiettivo l’aumento dei download di un ebook presente sul tuo sito se non puoi collegarlo direttamente alla tua attività su Instagram (è molto difficile e probabilmente non funzionerebbe). Inoltre, come vedremo in seguito, stabilendo traguardi misurabili potrai verificare i tuoi progressi.

Instagram per le aziende: guida per principianti 3

Una volta stabiliti i tuoi obiettivi, prepara le linee guida per la tua attività su Instagram. Ricorda: le caratteristiche specifiche di ogni social lo rendono adatto a uno specifico obiettivo. Nel caso di Instagram, la sua forza sta tutta nell’impatto visivo, per cui i tuoi obiettivi dovrebbero mirare a quello.

es. Instagram verrà utilizzato per (scopo del social network) al fine di ottenere (obiettivo aziendale).

Ora puoi preoccuparti della strategia dei contenuti. Dovrai quindi stabilire:

  • Con che frequenza pubblicare
  • A quale ora del giorno
  • Un calendario dei contenuti
  • Il tema dei contenuti

Su Instagram è importante mantenere un programma di pubblicazione regolare, facendo attenzione a non sommergere i follower di post. La maggior parte dei brand pubblica da uno a tre post al giorno.

Per quanto riguarda l’orario in cui pubblicarli, dipenderà dal pubblico a cui sono diretti. Entrambi i fattori, orario e frequenza, si possono determinare con semplici test: prova a pubblicare post a intervalli diversi e in momenti diversi della giornata e verifica quali ottengono i migliori risultati. Non dimenticare di tenere presente dove si trovano i tuoi follower e che fuso orario hanno, tra le altre cose.

A questo punto puoi redigere un calendario dei contenuti, indicando quali contenuti visuali pubblicare, chi si occuperà di pubblicare i post e quando.

Hootsuite può aiutarti in questo, permettendoti di programmare tutti i tuoi post in anticipo, risparmiare tempo, aumentare l’engagement e creare una community attorno al tuo brand. Dedica un po’ di tempo ogni settimana a programmare le immagini da pubblicare su Instagram nei momenti di maggiore attività dei tuoi follower: poi dovrai solo controllare se è tutto a posto.

Costruire il tuo brand su Instagram

Non sai cosa pubblicare sul tuo account di Instagram? Scegliere i temi e gli argomenti dei tuoi post è molto importante: Instagram si basa sull’impatto visivo per cui è importante che il tuo brand abbia un’identità coerente e ben riconoscibile.

Prima di tutto, scegli lo stile da usare: seleziona un filtro o un insieme di filtri da utilizzare sulla maggior parte delle tue foto. Utilizzando sempre gli stessi filtri, stabilisci uno stile che sarà presto riconosciuto dai tuoi follower. Poiché il tuo obiettivo è fare in modo che gli utenti di Instagram si soffermino sulle tue foto (aumentando l’engagement con like e commenti), più le rendi riconoscibili, meglio è.

Prendi esempio dall’account Instagram di Pastiglie Leone, che usa colori tenui in gran parte delle sue foto su Instagram. Basta guardare il loro profilo per associare automaticamente lo stile giocoso delle immagini alle tonalità pastello delle celebri pastiglie e delle sue scatoline di latta.

Instagram per le aziende: guida per principianti 4

Alcune app di editing, come VSCOcam e Snapseed, forniscono filtri o varie opzioni di modifica aggiuntivi per aiutarti a individuare lo stile che fa per te. Puoi anche modificare le tue foto da desktop e poi importarle su Instagram.

A livello visivo, devi anche decidere su che tipo di contenuti incentrare le tue foto. In alcuni casi, si tratta di una scelta ovvia: un brand di abbigliamento pubblicherà foto di abiti e outfit, mentre un ristorante userà le foto dei suoi piatti. Ma puoi utilizzare la creatività, non sempre il tema su cui puntare è così ovvio: molti brand hanno trovato il loro stile unico puntando su immagini di vita quotidiana, che riscuotono molto successo su Instagram. A noi di Hootsuite su Instagram piace condividere foto dei nostri collaboratori, dei nostri cani, degli uffici, perché è così che vogliamo rappresentare la nostra attività.

Se non sei sicuro di che immagine dare alla tua azienda, esplora gli account dei tuoi follower: scopri cosa condividono e cerca di identificare delle tendenze di fondo, per poi riprenderle nei contenuti che pubblichi. Ad esempio, uno studio di contabilità i cui follower siano appassionati di cani, o di caffè, può puntare a condividere immagini dei suoi dipendenti in accordo con questi temi. Oppure puoi condividere contenuto generato dagli utenti (UGC), ovvero direttamente le foto dei tuoi follower (chiedendo prima e attribuendo loro il giusto credito, ovviamente). L’impiego di contenuti creati dagli utenti e immagini tratte dalla vita quotidiana fa risultare i post meno invadenti e meno finalizzati alla vendita.

L’account di Haribo Italia su Instagram usa regolarmente questo tipo di contenuti nella sua bacheca, alternandolo a foto di prodotti di grande effetto. 

Instagram per le aziende: guida per principianti 6

Infine, per presentare il tuo brand su Instagram puoi usare anche elementi non visivi, curando lo stile delle caption (didascalie). Una delle tecniche più comuni in questo senso è l’uso di hashtag legati al brand. Questo non significa semplicemente usare il nome della tua azienda come hashtag (non farlo!). Si tratta di trovare hashtag che rappresentino il brand su Instagram, incoraggiando i follower a condividere foto che siano riconducibili a quell’immagine. In questo modo, il tuo brand aumenta la propria visibilità tra i potenziali clienti, mentre gli utenti di Instagram hanno l’opportunità di comparire sul profilo social di un brand, guadagnandone in prestigio e numero di follower.

L’hashtag di Hootsuite, per esempio, è #Hootsuitelife, e noi in azienda lo usiamo per condividere le nostre iniziative e la nostra quotidianità, raccontandola su Instagram.

Instagram per le aziende: guida completa per principianti

Come usare l’app

Per prima cosa, scarica Instagram sul tuo dispositivo mobile, dall’Apple Store o da Google Play (gratis). Dovrai registrare un account, scegliendo un’e-mail di riferimento e una password sicura.

Una volta aperta l’app, ti verrà chiesto di compilare il tuo profilo. Prenditi il tempo che ti serve per ottimizzarlo, compilandolo in ogni sua parte con un’impostazione professionale.

Nome utente e biografia: a livello di biografia, Instagram è uno dei social network più semplici da usare. Il nome utente dovrebbe corrispondere a quello degli altri profili social della marca, per consentirne l’individuazione; il nome proprio, invece, in questo caso sarà quello dell’azienda. Gli unici altri dati che appaiono su un profilo pubblico sono il sito web (un url, che può essere modificato per pubblicizzare campagne o nuovi contenuti) e una breve biografia da 150 caratteri. Data la lunghezza limitata, in questo campo cerca di dire le cose in modo diretto, ma non troppo serio. Spiega di cosa si occupa la tua azienda, qual è la tua attività e cosa ci si può aspettare dal profilo Instagram. Mantieni un tono lieve ma d’effetto. Non dimenticare di includere gli eventuali hashtag che vuoi associare alla marca.

Segui le istruzioni di Instagram su come modificare la tua biografia su Instagram.

Instagram per le aziende: guida completa per principianti

Foto profilo: l’ideale sarebbe usare come foto profilo il logo dell’azienda, oppure usare la stessa immagine presente sugli altri profili social. In questo modo il tuo profilo sarà più facilmente individuabile e gli utenti che ti seguono su Twitter e Facebook lo riconosceranno subito.

Sull’app, la foto profilo di Instagram appare con un taglio rotondo, per cui assicurati di scegliere un’immagine che vada bene per quella forma. Anche se per i dispositivi mobili basta una foto di 110 pixel di diametro, usane una più grande per avere un miglior risultato sul web.

Attivare le notifiche: l’attivazione delle notifiche push serve per segnalarti mi piace, commenti, nuovi follower, attività diretta su Instagram e foto che ti ritraggono. Tutti questi elementi sono fondamentali per l’engagement degli utenti e per le campagne che usano contenuti generati dagli utenti. Se qualcuno tagga la tua marca in una foto, le notifiche push ti consentono di scoprirlo subito e di ringraziare l’utente, commentare o condividere la loro foto sul tuo profilo. Le notifiche ti aiutano a essere sempre presente su Instagram, per non trascurare l’account e gli utenti che lo seguono e vi interagiscono.

Instagram-for-Business-Push-Notifications (2)

Seguire altri utenti: infine, per dare il via al tuo account Instagram aziendale, dovrai seguire un po’ di utenti. Scegli i maggiori influencer del tuo settore, clienti e utenti coinvolgenti. Scopri quali sono gli hashtag più importanti nel tuo campo e guadagna visibilità commentando le foto e seguendo gli utenti che partecipano alle conversazioni in merito. La velocità con cui aumenterai il numero dei tuoi follower su Instagram ti stupirà! Infine, aggiungi il link a Instagram ai tuoi profili social e siti web, per una promozione incrociata. Puoi anche pubblicare qualche messaggio chiedendo ai tuoi follower su altri social di seguirti anche su Instagram.

Una volta creato il profilo, aggiungi Instagram al tuo account Hootsuite. A quel punto puoi creare diversi flussi, includendo la bacheca, ricerche per hashtag, ricerche geolocalizzate e foto. In questo modo sarai preparato ad affrontare tutto ciò che Instagram ti porterà, dall’engagement quotidiano a campagne di marketing integrate sui social media.

Post ed engagement

Una volta terminata la configurazione di Instagram, puoi metterti subito a condividere post e aumentare l’engagement.

Pubblica immagini in alta qualità, in linea con gli obiettivi che hai stabilito per la tua marca e con il calendario dei contenuti. Ricorda che Instagram viene utilizzato soprattutto tramite smartphone, per cui scegli bene le foto da caricare: valuta come si vedono sul piccolo schermo e cerca di usare sempre immagini ad alta risoluzione.

Posting-to-Instagram-310x551 (1)

Quando pubblichi un’immagine su Instagram, approfittane per condividerla anche sugli altri social: l’app ti consente di pubblicarla direttamente anche su Facebook, Twitter, Tumblr, Flickr e Swarm. Se lo ritieni opportuno, puoi usare l’integrazione Instagram di Hootsuite per pubblicare la stessa immagine su più siti in una volta. Prova: ti aiuterà ad aumentare il tuo seguito, mostrando ai follower di altri social network che sei anche su Instagram. Inoltre, costituirà una comoda fonte di contenuti visivi per tutti i social. Lo stesso vale quando incorpori immagini di Instagram nei tuoi post sul blog o sul sito.

Se lavori come rivenditore, nel settore della ristorazione o in un negozio, non dimenticare di geolocalizzare le tue foto all’indirizzo corretto. Gli utenti potranno utilizzare questo riferimento per trovare altre foto del tuo esercizio commerciale.

Per quanto riguarda l’engagement, fa’ del tuo meglio per rispondere a tutti i commenti dei tuoi follower. Imposta flussi di ricerca rilevanti in Hootsuite, per tenere sotto controllo gli hashtag più importanti nel tuo settore, i mi piace e i commenti alle immagini. Segui i tuoi follower, in particolare quelli che si impegnano per essere presenti su Instagram: è proprio su di loro che devi puntare per aumentare l’engagement della tua marca e magari anche per trovare ispirazione per i tuoi post. Alla fine, il successo del tuo account Instagram si traduce nel far conoscere la tua attività alla community, dando il giusto riconoscimento a chi segue e sostiene la tua marca.

Consigli Pro: non automatizzare la gestione dell’engagement. Il mio collega Evan LePage ci ha provato, con pessimi risultati (leggi il suo post in inglese).

Statistiche di Instagram

Come per ogni altro social network, devi poter seguire l’andamento dei tuoi post su Instagram. In questo modo, puoi vedere quali immagini hanno più successo tra i tuoi follower, per migliorarti costantemente e valutare se stai raggiungendo gli obiettivi che ti eri prefissato con la tua strategia.

Stabilisci tutte le metriche da seguire su Instagram e scegli con quale frequenza rilevare i dati. Poiché i social media si evolvono rapidamente e le tendenze su Instagram cambiano in breve tempo, ti conviene verificare l’andamento del tuo profilo almeno una volta alla settimana, se non di più, a seconda del tempo a tua disposizione. È importante sapere da subito se le tue foto hanno successo, per promuovere attivamente quelle più popolari.

Instagram-Apps-Iconosquare-620x388 (1)

 

5 best practices per le aziende su Instagram

Ecco alcune delle procedure ottimali da usare perché la tua azienda abbia successo su Instagram:

  • I follower della tua marca hanno qualità uniche, che è importante sottolineare anche su Instagram. Una banca non può imitare Starbucks o la Red Bull e aspettarsi di guadagnare popolarità. Focalizzati sul tuo pubblico e crea un’immagine della tua marca che susciti il suo interesse e ne soddisfi le aspettative.
  • Usa le didascalie per raccontare storie. Instagram è un social network basato sull’impatto visivo, per cui molti dedicano poca attenzione alle didascalie. Al contrario, poche righe di testo possono trasformarsi in un elemento inestimabile, consentendoti di ampliare la storia dietro l’immagine, di contestualizzarla e persino di far ridere (con le giuste emoji). Inoltre, è lo strumento che ti permette di mettere l’immagine in relazione alla tua attività.
  • Instagram è la piattaforma perfetta per i concorsi. Nell’ambito di un concorso, puoi chiedere agli utenti di commentare o condividere una foto, citare un certo numero di amici o persino condividere le proprie foto con uno specifico hashtag. Molti utenti considerano questo tipo di promozioni come uno dei vantaggi di seguire un brand su Instagram, quindi non temere di infastidirli. Prova a indire un concorso, segui le relative statistiche e scopri come influisce sulla tua attività.
  • Valuta la possibilità di collaborare con un utente di Instagram popolare o con un influencer nel tuo settore. Prova a concedergli il controllo dell’account della tua marca per un giorno o di condividere i propri pensieri sulla tua marca. In questo modo potresti riuscire a risparmiare molto tempo, rendendo la tua marca visibile alla loro vasta community di Instagram. Molti influencer si fanno pagare profumatamente per i propri servizi, ma le piccole e medie imprese possono usare questa tattica regalando i loro prodotti o rivolgendosi a influencer locali.

Instagram-620x248

  • Instagram ha sviluppato la sua personale piattaforma pubblicitaria. I risultati ottenuti sono stati impressionanti fin dalle prime settimane: in più di 475 campagne internazionali, la risonanza delle pubblicità tramite i post sponsorizzati su Instagram è stata di 2,9 volte maggiore dello standard di Nielsen per le pubblicità online.


Vuoi imparare a gestire più profili, programmare contenuti e monitorare hashtag, utenti e località specifiche su Instagram tramite Hootsuite? 

Scarica “Instagram e Hootsuite: Guida rapida”

Oppure contattami su Twitter per prenotare una sessione di formazione personalizzata su Hootsuite: sarò felice di aiutarti ad ottenere il massimo sui social media.